domenica 11 dicembre | 04:06
pubblicato il 14/gen/2012 16:21

Naufragio Giglio/ Equipaggio: Eravamo troppo vicini alla costa

Il comandante ha osato troppo

Naufragio Giglio/ Equipaggio: Eravamo troppo vicini alla costa

Grosseto, 14 gen. (askanews) - "Eravamo troppo vicini alla costa". questa la grave accusa che arriva da alcuni membri dell'equipaggio della nave Costa Concordia, che si è incagliata sugli scogli dell'Isola del Giglio ed è naufragata nella notte. Intervistati da TMNews in uno dei residence di Grosseto, dove sono ora ospiti, tutti puntano il dito su quello che ritengono essere un errore umano nella guida della nave da parte del comandante. " stato sicuramente un gravissimo errore umano - continua un ufficiale dell'equipaggio - la rotta era quella di sempre, ma quando si naviga sotto costa - spiega - non si utilizza più il pilota automatico ma quello manuale. quindi a discrezione del comandante - aggiunge - scegliere la distanza di navigazione dalla costa e questa volta - conclude - ha osato troppo e a quel punto non c'è stato più nulla da fare".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina