sabato 03 dicembre | 21:29
pubblicato il 20/ott/2012 10:35

Naufragio Giglio/ Dell'Anna: naufragio Concordia è nato da una leggerezza

"Si è trascurato che a bordo c'erano 4229 persone"

Naufragio Giglio/ Dell'Anna: naufragio Concordia è nato da una leggerezza

Firenze, 20 ott. (askanews) - "Le defaillance della Costa Concordia non sono poche. Ma tutto nasce da una leggerezza, dove si è trascurato però che a bordo c'erano 4229 persone". E' quanto puntualizza l'ammiraglio Ilarione Dell'Anna, comandante della Direzione marittima e della Capitaneria di Livorno, in un'intervista a 'Il Tirreno'. Dell'Anna osserva anche "quanto ai passeggeri e all'equipaggio, sono risultati tutti a bordo in modo regolare". E su quella che l'ex comandante Francesco Schettino chiama "la manovra" che avrebbe portato in salvo la Concordia, Dell'Anna afferma che "tutto è possibile, ma è difficile che ci sia stata una manovra dopo l'impatto. Mi sembra difficile che fosse in grado di manovrare, ma ci sono i periti che faranno chiarezza su questo punto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari