domenica 04 dicembre | 11:59
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Natale/ Soprammobili e oggetti natalizi i regali meno graditi

Codacons: pronti per essere riciclati

Roma, 28 dic. (askanews) - Il Codacons ha stilato la top ten dei regali di Natale meno graditi, "già pronti per essere riciclati", in cima alla lista dei regali sgraditi soprammobili e oggetti natalizi, all'opposto, le migliori sorprese smartphone, cesti gastronomici e box regalo. Il Codacons ha deciso di stilare la classifica dei regali che non sono piaciuti agli italiani e che, con tutta probabilità, saranno riciclati alla prima occasione utile. Al primo posto i soprammobili, che non sappiamo più dove mettere. Al secondo posto i soggetti natalizi, dalle candele profumate alle tovaglie, dalle presine agli strofinacci, dai sottobicchieri ai portatovaglioli, considerati decisamente inutili, visto che si usano una volta all'anno e sono già sovrabbondanti. In terza posizione profumi e dopobarba. Difficile, infatti, azzeccare la fragranza preferita da una persona. Al quarto posto, foulard, guanti e sciarpe. I foulard e i guanti non sono indossati così frequentemente, altrimenti potrebbero anche piacere. Di sciarpe, invece, ognuno ne ha fin troppe. Al quinto posto dei regali sbagliati panettoni e pandori, i prodotti alimentari sono molto graditi, ma dopo aver ricevuto il quarto panettone non resta che riciclarlo. Seguono le cravatte, troppo personali per indovinare il gusto, portafogli e cinture, i libri, che non abbiamo tempo di leggere, e i pigiami. Chiudono la classifica i casalinghi vari, che hanno risposte molto variabili. Sono, infatti, molto graditi quelli utili, come gli utensili per la cucina, sempre se non sono un doppione, ma tazzine per il caffè e coppette varie oramai escono dagli armadi. Al contrario, tra i regali più graditi il primo posto spetta ai prodotti hi-tech come smartphone e tablet, al secondo i cesti gastronomici, al terzo posto i cofanetti regalo (box regalo con soggiorno di una o più notti, spa, benessere, cene, gourmet, lezioni di sport et similia). Il Codacons ricorda che, nel caso il regalo di Natale sia difettoso, i due mesi di tempo entro i quali denunciare il difetto di conformità al negoziante scattano dalla data della scoperta del difetto e non dalla data di acquisto. In questo caso, quindi, dal giorno di Natale e non dalla data dello scontrino.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari