martedì 06 dicembre | 19:06
pubblicato il 18/dic/2013 16:30

Natale: Maglan, italiani temono truffe online ma non si tutelano

(ASCA) - Roma, 18 dic - Quello del 2013 sara' il Natale dello shopping online. Ma e' contraddittorio il rapporto che gli italiani hanno con le nuove tecnologie informatiche e con gli acquisti online. Secondo un sondaggio, nonostante la crescita dell'utilizzo dell'e-commerce da parte degli italiani (+18% nel 2013 rispetto al 2012) la moneta elettronica continua a essere l'oggetto involontario di molte paure: il 53% teme di utilizzarla per gli acquisti online, il 32% crede che sia pericolosa in ogni caso e il 5% non si sente sicura neanche nel pagamento tramite Pos. Piu' in generale, circa un italiano su dieci dichiara di essere stato vittima di una truffa a causa dell'utilizzo della moneta elettronica: il 16% relativamente a bancomat (a marzo era il 14%) e carta di credito, il 13% per carte prepagate e il 12% per pagamenti ''mobile''.

Questi, in sintesi, i consigli di Maglan, multinazionale specializzata in sicurezza informatica, per lo shopping online sicuro a Natale: 1) utilizzate carte di credito temporanee; controllate sempre l'estratto conto bancario online; create una casella email per gli acquisti online; occhio alla password; effettuate i vostri acquisti solo tramite siti con connettivita' HTTPS/SSL (contrassegnati con la piccola icona gialla di una chiave); proteggete la vostra connessione wireless; utilizzate solo applicazioni mobile affidabili.

''Personalmente - commenta Paolo Lezzi, amministratore delegato di Maglan Europe - sono tra i pionieri e promotori degli acquisti online, ma, come nel mondo reale, e' fondamentale raccogliere informazioni sul venditore e sui suoi prodotti, ovvero svolgere una piccola attivita' di intelligence anche semplicemente cercando commenti sull'e-shop in rete tramite Google. Se qualcuno ha avuto spiacevoli esperienze e' molto probabile che ci sia traccia online. E ricordiamoci - sottolinea Lezzi - di dare solo ed unicamente il minimo di informazioni necessarie alla spedizione, soprattutto al primo acquisto''.

Ecco i quattro profili per descrivere gli italiani e le loro ''paure'' informatiche. I primi, gli ottimisti, che sono il 25% del campione, danno scarso peso all'uso fraudolento delle informazioni e hanno una ridotta percezione del rischio. Tra loro soprattutto uomini di 50-59 anni, benestanti e residenti nel Nord-Est e del Sud Italia. I secondi, i fiduciosi, sono soprattutto donne giovani, tra i 30 e i 49 anni, residenti nel Nord-Est e in Centro Italia che, pur considerando alta la rilevanza del furto dei dati, hanno una scarsa conoscenza del come possa accadere. Si difendono con password complesse e ''indagano'', prima di fare acquisti, sull'attendibilita' dei siti. Ci sono poi i previdenti consapevoli (il 22% del campione) che riconoscono l'elevata rilevanza all'uso fraudolento dei dati e hanno un'alta percezione del rischio. Sono piu' uomini che donne, tra i 18-29 e i 50-59 anni, e sono del Nord-Est e del Sud.

Infine, gli ansiosi vulnerabili, il gruppo piu' consistente, comprendente per lo piu' donne molto giovani tra i 18 e i 29 anni con poca consapevolezza del proprio patrimonio informativo a rischio e che si ''difendono'', si fa per dire, con password elementari spesso legate alla propria anagrafica.

red/mar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Avviato procedimento disciplinare per vigile tifoso della Roma
Mafia
Operazione antimafia tra Ragusa e Caltanissetta: sette arresti
Violenza minori
A Napoli abbandona neonato in spazzatura:arrestata, bimbo salvo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Wine2Wine: verso una legge sull'enoturismo
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni