sabato 25 febbraio | 10:56
pubblicato il 06/gen/2012 16:42

Napoli, un tuffo ghiacciato per salvare il mare

Il bagno dell'Epifania a san Giovanni a Teduccio

Napoli, un tuffo ghiacciato per salvare il mare

Napoli, (askanews) - Un tuffo nelle acque gelate del mare di Napoli per chiedere meno inquinamento e più attenzione all'ambiente. Per il secondo anno di fila l'associazione sportiva "Il Gabbiano Napoli" ha organizzato una sfida per temerari nelle acque di San Giovanni a Teduccio in pieno inverno. Raffaele Viscardi è il presidente dell'associazione: "Quest'anno non si può fare la traversata visto il mare forza 7, però l'anno scorso è andata bene per il ricongiugimento delle due spiagge, quest'anno faremo solo il tuffo beneaugurale. Lo scopo è sensibilizzare l'opinione pubblica per il recupero della costa orientale di Napoli".Le organizzazioni che partecipano all'iniziativa, fra cui l'Aics associazione italiana cultura sportiva, chiedono opere di bonifica e di riqualificazione del litorale, basilari per il rilancio di turismo ed economia.

Gli articoli più letti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Salute
A Giulio Maira il premio Raffaele Marinosci per la Medicina
Cucchi
Cucchi: sospesi da servizio tre carabinieri accusati di omicidio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech