giovedì 23 febbraio | 15:56
pubblicato il 15/mag/2011 16:00

Napoli, tragico incidente a Posillipo: morti tre ragazzi

Sfondano un parapetto con l'auto e volano nel vuoto per 100 metri

Napoli, tragico incidente a Posillipo: morti tre ragazzi

Hanno sfondato il parapetto che costeggiava la curva precipitando per oltre centro metri. Un volo, a bordo di una Mini one, che si è rivelato tragico per tre ragazzi napoletani 19enni morti all'alba di domenica 15 maggio.Come racconta questo signore, sembra che l'alta velocità sia stata la causa dell'incidente: secondo le prime ricostruzioni della polizia municipale l'automobile era all'altezza del "Serpentone", un noto locale del quartiere Posillipo, situato in uno dei punti panoramici sulla città. L'auto sembra abbia affrontato ad altissima velocità la curva, sbandando prima sulla corsia di marcia opposta per poi controsterzare e precipitare nel vuoto. A fermare il tragico volo un albero cresciuto sul costone stradale. Sarà l'autopsia a dire se all'origine di questo incidente ci fosse un abuso di alcol o droghe da parte delle vittime.

Gli articoli più letti
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
L'Italia del vino chiude 2016 con record vendite in Cina
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech