domenica 26 febbraio | 03:06
pubblicato il 09/mar/2011 19:27

Napoli, sit-in per chiedere maggiori tutele per disabili a scuola

Presidio alla Regione Campania in favore degli studenti disabili

Napoli, sit-in per chiedere maggiori tutele per disabili a scuola

La scuola italiana non si occupa in modo sufficiente degli studenti disabili. La denuncia arriva dall'Associazione "Tutti a scuola Onlus" che ha organizzato, mercoledì 9 marzo, un sit-in davanti al palazzo della Regione Campania a Napoli. Obiettivo, spiega Tony Nocchetti, presidente della associazione, chiedere al governatore Stefano Caldoro, maggiori tutele e rispetto per gli oltre 21mila studenti disabili della regione.Per i volontari dell'associazione, il numero degli studenti con disabilità nella scuola pubblica aumenta anno dopo anno mentre, con i continui tagli, diminuisce il numero di ore di sostegno. Con il sit-in del 9 marzo, "Tutti a scuola" ha voluto ricordare alle autorità locali e al governo le promesse di un'attenzione maggiore verso il problema, "fatte un anno fa ma finora - conclude Nocchetti - cadute nel vuoto".

Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech