martedì 21 febbraio | 22:27
pubblicato il 23/apr/2012 16:57

Napoli, serrata e assemblea permanente: commercianti contro ztl

Esercenti chiedono modifiche al traffico limitato

Napoli, serrata e assemblea permanente: commercianti contro ztl

Napoli, (askanews) - Saracinesche chiuse, sedie impilate e ombrelloni abbassati fuori dai bar. A Napoli i commercianti non mollano e tornano a protestare per la ztl della zona di Chiaia, nata fra polemiche che settimana dopo settimana si sono sempre più acuite. Per i commercianti è arrivato il momento della serrata e di un'assemblea permanente in cui decideranno le prossime mosse. "Non è una protesta, non abbiamo volantini, vogliamo solo richiamare l'attenzione su un problema che non riguarda più i ristoratori, come si sente dire, ma tutte le attività che stanno sulla zona di Chiaia e la cosa si sta allargando fuori dalla zona della Ztl. Tutte le attività produttive sono in sofferenza".Per i negozianti della zona, le limitazioni al traffico mettono in difficoltà un settore già provato dalla crisi. Allo studio proposte alternative da presentare alla giunta comunale.

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia