martedì 24 gennaio | 22:54
pubblicato il 29/ott/2014 17:05

Napoli, sequestrati dalla Gdf 740mila articoli cinesi pericolosi

Giochi, apparecchi elettronici e prodotti estetici

Napoli, sequestrati dalla Gdf 740mila articoli cinesi pericolosi

Roma, (askanews) - La Guardia di finanza di Napoli ha sequestrato circa 740mila articoli di produzione cinese contraffatti, privi di marchio CE e potenzialmente pericolosi per la salute. Tra questi, carte da gioco e accessori per playstation e cellulari, apparecchi elettrici marchiati "China-export" e privi dei controlli di sicurezza e prodotti estetici non sottoposti alle verifiche dal ministero della Sanità.

La merce, del valore complessivo di circa un milione di euro, veniva tenuta in deposito in un capannone nella zona industriale di Napoli Est, prima di essere poi immessa sul mercato e venduta in particolare in un punto vendita della città. Il responsabile della ditta è stato segnalato alla autorità giudiziaria.

Gli articoli più letti
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Maltempo
Individuato elicottero 118 precipitato nell'aquilano, 6 a bordo
Maltempo
Recuperato altro corpo in hotel Rigopiano, vittime salgono a 16
Maltempo
Rigopiano, 15 vittime: 9 ancora in obitorio da identificare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4