lunedì 05 dicembre | 01:20
pubblicato il 19/nov/2011 11:41

Napoli, scoperta fabbrica clandestina di permessi di soggiorno

Pronti per vendita al mercato nero, 20 milioni di valore

Napoli, scoperta fabbrica clandestina di permessi di soggiorno

Fabbricavano certificati di soggiorno e marche da bollo falsi per extracomunitati clandestini nelle province di Napoli e Caserta, per un valore di 20 milioni di euro. La guardia di finanza di Napoli ha scoperto un'organizzazione con base operativa a Pozzuoli, con un sequestro record: nella tipografia il titolare stava realizzando circa 4mila permessi di soggiorno che sarebbero stati venduti sul mercato nero sino a 5mila euro ciascuno. I falsari, che avevano ricevuto una commessa illegale di 20mila certificati da 100 milioni di euro, usavano vernici sensibili ai raggi Uva e tecniche anticontraffazione che rendevano i permessi falsi identici a quelli originali prodotti dall'istituto poligrafico della Zecca dello Stato. I finanzieri durante il blitz hanno scoperto e arrestato il titolare della stamperia, 35 anni di Pozzuoli, e i suoi due complici: il committente, 58 anni di Castelvolturno, e l'intermediario, 33 anni di Pozzuoli. Alla fine sono stati sequestrati un locale di 60 metri quadri, 3.688 permessi falsificati, 7 lastre di alluminio e 4 macchinari litografici.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari