giovedì 19 gennaio | 01:16
pubblicato il 24/set/2011 18:14

Napoli, rabbia e dolore dei parenti degli ostaggi Savina Caylyn

Il padre Gianmaria Cesaro preoccupato per la sorte del figlio

Napoli, rabbia e dolore dei parenti degli ostaggi Savina Caylyn

I Parenti dei marinai della Savina Caylyn, nave in mano ai pirati dallo scorso febbraio, non mollano e continuano il sit in sotto la sede della Compagnia Fratello D'Amato a Napoli per chiedere al più presto la liberazione dei loro parenti.Antonio Cesaro, padre di Gianmaria è in ansia per la sorte del foglio dopo averlo sentito telefonicamente alcuni giorni fa.Poi ha riferito di aver avuto anche un breve colloquio con uno dei pirati che, oltre al riscatto chiedono che gli elicotteri che volano sulla nave vengano allontanati.Antonio Cesaro ha poi spiegato che i pirati non hanno intenzione di fare male all'equipaggio, ma sono stanchi e logorati dall'attesa.

Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina