domenica 26 febbraio | 20:37
pubblicato il 01/feb/2011 13:46

Napoli, protesta in motorino per gli studenti del liceo Mercalli

Chiusa per motivi sicurezza la sede staccata

Napoli, protesta in motorino per gli studenti del liceo Mercalli

Il motorino, mezzo di trasporto preferito dai liceali, diventa un simbolo della protesta al Liceo scientifico Mercalli di Napoli: gli studenti, come si vede in queste immagini amatoriali, hanno scelto di sfilare a bordo dei motocicli per le vie della città, per protesta contro l'inadeguatezza delle strutture. Studenti e docenti hanno abbandonato la succursale alla Riviera di Chiaja perché non sicura. Le 45 classi del liceo sono stipate da gennaio nelle 33 aule della sede centrale: sono state interrotte le attività di laboratorio e quelle integrative, sono cominciati rotazioni e doppi turni. La protesta del 31 gennaio ha visto in piazza professori, non docenti, genitori e alunni per dimostrare alla provincia il loro disagio: hanno scritto anche al ministro Gelmini per chiederle dove collocare gli oltre 300 ragazzi senza aule, ma anche cosa rispondere ai genitori degli altri 200 che devono fare richiesta di iscrizione per il prossimo anno.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech