domenica 26 febbraio | 05:30
pubblicato il 24/apr/2011 15:40

Napoli, Pasqua a piedi: pochi mezzi e circumvesuviana ridotta

Per chi viaggia verso le isole aumento delle tariffe

Napoli, Pasqua a piedi: pochi mezzi e circumvesuviana ridotta

Una Pasqua a piedi. E' quanto è successo a molti turisti e cittadini napoletani che si sono trovati a dover fare uno slalom fra disagi e orari dei mezzi pubblici ridotti. In primo luogo la circumvesuviana che collega i paesi della cintura al capoluogo. Il servizio nel giorno di Pasqua è stato sospeso dalle cinque del mattino alle otto e poi dalle 13 alle 24. Insomma dall'ora di pranzo in poi niente da fare per le passeggiate sulla costiera sorrentina o per un giro in centro a Napoli. Orari ridotti anche per gli autobus cittadini e stangate sui biglietti per chi ha viaggiato in direzione delle isola: due euro in più per l'aliscafo verso Ischia e Capri, uno per i residenti. L'aumento repentino voluto dalle compagnie di navigazione per il rialzo del costo del carburante sta creando tensioni con la Regione.

Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech