lunedì 23 gennaio | 04:02
pubblicato il 21/mar/2015 17:35

Napoli, Papa Fancesco a Scampia: la corruzione spuzza

Nel Duomo di Napoli si scioglie a metà il sangue di san Gennaro

Napoli, Papa Fancesco a Scampia: la corruzione spuzza

Napoli (askanews) - "A Maronna t'accumpagne". Con queste parole il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, ha accolto Papa Francesco a Scampia, seconda tappa della sua prima visita pastorale a Napoli dove il Papa ha indirizzato il suo discorso sulla corruzione, parlando a braccio e usando espressione assai colorite per stigmatizzare la corruzione. "La parola che si usa molto oggi è corruzione, ha esordito. Se chiudiamo la porta ai migranti, se togliamo il lavoro e la dignità alla gente, questo si chiama: corruzione". Tra gli applausi ha poi proseguito: "Una cosa corrotta è una cosa sporca. La corruzione spuzza e la società corrotta spuzza. E un cristiano che lascia entrare dentro di sé la corruzione non è un cristiano, spuzza".

Davanti a oltre 60mila fedeli affluiti in piazza del Plebiscito per assistere alla celebrazione della messa, Papa Francesco nell'omelia ha lanciato alla città un appello toccante e appassionato.

"Cari napoletani, non cedete alle lusinghe di facili guadagni o di redditi disonesti, ha detto il Pontefice. Questo è pane per oggi e fame per domani. Reagite con fermezza alle organizzazioni che sfruttano e corrompono i giovani, i poveri e i debolii".

Dopo un pranzo con i carcerati di Poggioreale, il Pontefice si è recato nel Duomo di Napoli dove il sangue di san Gennaro contenuto nel reliquiario si è sciolto a metà dopo che il Papa lo ha baciato, come sancito dal cardinale Sepe. "Il vescovo, ha aggiunto Bergoglio, ha detto che il sangue è metà sciolto. Si vede che san Gennaro ci vuole bene a metà. Allora dobbiamo essere più buoni e convertirci ancora. Pregate per me".

Poco prima, il Pontefice seduto sul trono del Duomo era stato quasi travolto dall'abbraccio festoso delle suore di clausura che erano state eccezionalmente ammesse alla celebrazione papale. Le monache hanno circondato Papa Francesco, quasi sommergendolo, invano frenate dalla divertita e ironica apprensione dell'arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio Sepe.

Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4