domenica 19 febbraio | 22:39
pubblicato il 17/mag/2012 22:00

Napoli, morto dopo 12 giorni agonia artigiano che tentò suicidio

Pietro Paganelli si sparò colpo alla testa, debiti con Equitalia

Napoli, morto dopo 12 giorni agonia artigiano che tentò suicidio

Napoli, 17 mag. (askanews) - morto presso l'ospedale Loreto Mare di Napoli Pietro Paganelli, l'artigiano 72enne che lo scorso 5 maggio si sparò un colpo di pistola alla testa per problemi economici legati ad alcuni debiti con Equitalia. L'anziano fu trovato in una pozza di sangue dal figlio all'interno dell'officina di rimessaggio barche di via Fedro nella zona di Mergellina a Napoli. Ricoverato in ospedale i sanitari ritennero le sue condizioni di salute disperate sottolineando come per lui non ci fosse alcuna speranza di vita. Oggi dopo 12 giorni di agonia l'uomo è deceduto.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia