venerdì 09 dicembre | 19:02
pubblicato il 17/mag/2012 22:00

Napoli, morto dopo 12 giorni agonia artigiano che tentò suicidio

Pietro Paganelli si sparò colpo alla testa, debiti con Equitalia

Napoli, morto dopo 12 giorni agonia artigiano che tentò suicidio

Napoli, 17 mag. (askanews) - morto presso l'ospedale Loreto Mare di Napoli Pietro Paganelli, l'artigiano 72enne che lo scorso 5 maggio si sparò un colpo di pistola alla testa per problemi economici legati ad alcuni debiti con Equitalia. L'anziano fu trovato in una pozza di sangue dal figlio all'interno dell'officina di rimessaggio barche di via Fedro nella zona di Mergellina a Napoli. Ricoverato in ospedale i sanitari ritennero le sue condizioni di salute disperate sottolineando come per lui non ci fosse alcuna speranza di vita. Oggi dopo 12 giorni di agonia l'uomo è deceduto.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Galà di solidarietà per Amatrice a Villa Glori
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina