giovedì 19 gennaio | 03:36
pubblicato il 07/set/2011 09:49

Napoli, mamme vulcaniche sul piede di guerra: cava Sari va chiusa

Preoccupanti i dati su agenti inquinanti nelle acque

Napoli, mamme vulcaniche sul piede di guerra: cava Sari va chiusa

Le mamme vulcaniche tornano sul piede di guerra: la discarica di cava Sari deve essere chiusa senza se e senza ma. A rinvigorire la protesta i dati sullo stato della falda acquifera nella zona della discarica di Terzigno effettuati ad aprile e resi pubblici solo ora. Nella discarica di Cava Sari attualmente conferiscono rifiuti i 18 comuni della zona Vesuviana. Ma questa cava sembra destinata ad essere ampliata, con grande preoccupazione di queste mamme in prima linea nella battaglia per la chiusura del sito. La preoccupazione per gli abitanti della zona è tanta anche perché a ottobre era prevista la chiusura della discarica, mentre le voci che circolano in merito vanno in direzione opposta.

Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina