sabato 25 febbraio | 08:37
pubblicato il 07/set/2011 09:49

Napoli, mamme vulcaniche sul piede di guerra: cava Sari va chiusa

Preoccupanti i dati su agenti inquinanti nelle acque

Napoli, mamme vulcaniche sul piede di guerra: cava Sari va chiusa

Le mamme vulcaniche tornano sul piede di guerra: la discarica di cava Sari deve essere chiusa senza se e senza ma. A rinvigorire la protesta i dati sullo stato della falda acquifera nella zona della discarica di Terzigno effettuati ad aprile e resi pubblici solo ora. Nella discarica di Cava Sari attualmente conferiscono rifiuti i 18 comuni della zona Vesuviana. Ma questa cava sembra destinata ad essere ampliata, con grande preoccupazione di queste mamme in prima linea nella battaglia per la chiusura del sito. La preoccupazione per gli abitanti della zona è tanta anche perché a ottobre era prevista la chiusura della discarica, mentre le voci che circolano in merito vanno in direzione opposta.

Gli articoli più letti
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Salute
A Giulio Maira il premio Raffaele Marinosci per la Medicina
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech