lunedì 20 febbraio | 05:45
pubblicato il 10/mar/2013 14:40

Napoli, la politica si impegna per la Città della Scienza

Dopo il rogo governo e regione fanno fronte comune

Napoli, la politica si impegna per la Città della Scienza

Napoli (askanews) - A pochi giorni dal devastante rogo, la Città della Scienza di Napoli riparte dagli impegni della politica e delle istituzioni, unite per rilanciare il polo tecnologico campano. In campo c'è anche il governo, rappresentato a Napoli dal ministro dell'Istruzione Francesco Profumo.Il presidente della regione Campania, Stefano Caldoro, fa il punto della situazione, senza nascondersi le difficoltà. "Trovare le risorse - ha spiegato il governatore - non è facile, abbiamo fatto un lungo lavoro tutti insieme - governo e istituzioni locali - per torvare le risorse. I primi segnali sono positivi e già possiamo contare su cifre sicuri. La tutela dei lavoratori è stata la prima cosa che abbiamo fatto, e tutto cià che bisognava fare lo abbiamo fatto subito".Sulla necessità di fare in fretta concorda anche il presidente del Cnr Luigi Nicolais. "Qualunque intervento noi dobbiamo fare - ha detto - dobbiamo farlo subito, per dimostrare che sappiamo reagire".

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia