mercoledì 22 febbraio | 19:05
pubblicato il 17/gen/2012 18:14

Napoli, la Dia sequestra beni per 65 milioni ai Casalesi

Coinvolti tre imprenditori legati al clan

Napoli, la Dia sequestra beni per 65 milioni ai Casalesi

Napoli (askanews) - La Direzione investigativa antimafia di Napoli ha sequestrato beni per 65 milioni di euro a tre esponenti del clan dei Casalesi. I provvedimenti sono stati emessi dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere in provincia di Caserta. Il patrimonio confiscato è riconducibile a Gaetano Iorio, imprenditore attualmente agli arresti domiciliari per associazione camorristica; all'imprenditore Pasquale Zagaria, fratello del capo clan Michele arrestato alla fine del 2011 dopo una lunga latitanza e detenuto per associazione camorristica nonché all'imprenditore Aldo Bazzini. La confisca riguarda terreni, quote societarie, polizze vita, titoli, obbligazioni e libretti postali. Per Iorio e per Zagaria è stata anche disposta la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, rispettivamente per la durata di tre e quattro anni.

Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech