domenica 11 dicembre | 15:10
pubblicato il 10/feb/2011 12:32

Napoli, il Comune sfida il racket: niente tasse a chi denuncia

Stanziato un fondo da 100mila euro, anche per vittime dell'usura

Napoli, il Comune sfida il racket: niente tasse a chi denuncia

Niente tasse per le imprese che denunciano il racket. E' questa la nuova sfida alla criminalità lanciata dal Comune di Napoli, che sta istituendo un fondo da centomila euro da destinare alla copertura delle imposte per chi sceglie di vincere la paura e denunciare le estorsioni. L'iniziativa nasce dagli assessorati alle Risorse strategiche e alla Legalità e si rivolge esclusivamente a chi potrà dimostrare di essere parte offesa e di aver rinunciato definitivamente al pagamento del pizzo. Allo stesso modo potrà accedere ai fondi comunali anche chi è stato vittima di usura. Per evitare possibili abusi, il Comune partenopeo assicura che le maglie dei controlli saranno strettissime. La speranza è che si possa invertire il trend che vede ancora oggi la maggior parte delle imprese subire il racket in silenzio.

Gli articoli più letti
Papa
Papa: prega per Aleppo. Guerra cumulo soprusi e falsità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina