martedì 21 febbraio | 23:03
pubblicato il 30/mag/2011 17:28

Napoli, emergenza caldo al Policlinico: degrado a Medicina

Pazienti in difficoltà, nuovi problemi per il neo sindaco

Napoli, emergenza caldo al Policlinico: degrado a Medicina

Nel giorno in cui la città ha scelto il nuovo sindaco, e in molti parlano di un'aria nuova, nel reparto di Medicina al Policlinico di Napoli l'atmosfera resta pesante, a causa di una vera e propria emergenza caldo. Senza aria condizionata né ventilatori, a pochi metri da un reparto di Oncologia attrezzato con strutture d'eccellenza, i pazienti sono costretti a cercare un poco di refrigerio utilizzando ventagli improvvisati e altri strumenti estemporanei. Il senso di degrado è aumentato dalla fatiscenza di gran parte delle strutture del reparto: lettini con la fodera tagliata, bagni con le suppellettili rotte, sedie abbandonate in un angolo, farmacie sempre aperte dalle quali è possibile portare via impunemente i medicinali. Insomma, il quadro è desolante e rappresenta un'altra sfida per il neo sindaco De Magistris, chiamato a fronteggiare, oltre al tema dei rifiuti, anche quello della sanità.

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia