venerdì 09 dicembre | 06:55
pubblicato il 04/ago/2011 13:37

Napoli e il mistero della sfogliatella, fra scandali e spie

Sfida fra conventi per la paternità del dolce

Napoli e il mistero della sfogliatella, fra scandali e spie

Sole, mare e sfogliatella. Poche cose identificano la cucina napoletana come questo dolce, partenopeo per eccellenza. Riccia o frolla, rappresenta un pezzo di storia di Napoli che nasconde un passato di misteri, scandali e spie. La storia racconta che la sfogliatella nacque, per un caso, nel convento di Santa Rosa nel salernitano, sulla costiera amalfitana, ma il presidente dell'Associazione pasticcieri napoletani Roberto Paladino svela che potrebbe non essere andata proprio così.Dietro ci sarebbe una storia di spionaggio. A quanto pare le tre figlie del principe di Cellamare, novizie nel convento Croce di Lucca, svelarono la ricetta segreta della sfogliatella. Fu uno scandalo, la madre superiora mandò un richiamo ufficiale e le interdì per sempre dalle cucine del convento. Storia, leggende e aneddoti a parte, l'importante per napoletani e non è che la preziosa ricetta sia arrivata fino ai giorni nostri.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni