domenica 04 dicembre | 19:57
pubblicato il 06/ott/2011 14:00

Napoli, dipendente Asia chiedeva pizzo sui rifiuti: licenziato

Chiedeva "obolo" per accogliere rifiuti nelle isole ecologiche

Napoli, dipendente Asia chiedeva pizzo sui rifiuti: licenziato

Licenziato perché chiedeva il "pizzo" sui rifiuti. L'Asia, l'azienda che gestisce la raccolta della spazzatura a Napoli e provincia, ha scoperto che un suo dipendente, chiedeva un "obolo" ai cittadini che portavano i propri rifiuti ingombranti in una delle isole ecologiche della città dove lui prestava servizio. Il dipendete "infedele", però, è stato smascherato e licenziato in tronco, come ha fatto sapere il presidente dell'Asia, Rafael Rossi. "Abbiamo verificato che certe cose corrispondessero al vero - ha detto - e quindi abbiamo agito di conseguenza". Qualche tempo fa era stato lo stesso numero uno dell'azienda, attraverso Facebook, a invitare i cittadini a denunciare eventuali disservizi o problemi relativi alla raccolta dei rifiuti.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari