domenica 19 febbraio | 20:08
pubblicato il 06/ott/2011 14:00

Napoli, dipendente Asia chiedeva pizzo sui rifiuti: licenziato

Chiedeva "obolo" per accogliere rifiuti nelle isole ecologiche

Napoli, dipendente Asia chiedeva pizzo sui rifiuti: licenziato

Licenziato perché chiedeva il "pizzo" sui rifiuti. L'Asia, l'azienda che gestisce la raccolta della spazzatura a Napoli e provincia, ha scoperto che un suo dipendente, chiedeva un "obolo" ai cittadini che portavano i propri rifiuti ingombranti in una delle isole ecologiche della città dove lui prestava servizio. Il dipendete "infedele", però, è stato smascherato e licenziato in tronco, come ha fatto sapere il presidente dell'Asia, Rafael Rossi. "Abbiamo verificato che certe cose corrispondessero al vero - ha detto - e quindi abbiamo agito di conseguenza". Qualche tempo fa era stato lo stesso numero uno dell'azienda, attraverso Facebook, a invitare i cittadini a denunciare eventuali disservizi o problemi relativi alla raccolta dei rifiuti.

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia