domenica 04 dicembre | 07:22
pubblicato il 06/apr/2011 18:50

Napoli, crollo alla chiesa di Sant'Agostino alla Zecca

Preoccupazione e allarme tra gli abitanti

Napoli, crollo alla chiesa di Sant'Agostino alla Zecca

Crollo alla chiesa di Sant'Agostino alla Zecca di Napoli, in pieno centro città: un blocco di piperno, antica pietra lavica vesuviana, si è staccato dal cornicione del terzo ordine superiore della facciata ed è caduto. Al momento per strada non passava nessuno e non ci sono stati feriti. Tra i cittadini c'è preoccupazione e allarme.La costruzione della chiesa, chiusa al culto dopo il terremoto del 1980, risale al 1259, durante il regno di Carlo d'Angiò, ma l'edificio fu riedificato dopo il terremoto del 1697. Per il restauro della chiesa, definita uno dei monumenti più notevoli di Napoli, si impegnò anche l'ex ministro dei Beni culturali Sandro Bondi, ma fino ad oggi nulla è stato fatto.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari