martedì 28 febbraio | 08:55
pubblicato il 06/apr/2011 18:50

Napoli, crollo alla chiesa di Sant'Agostino alla Zecca

Preoccupazione e allarme tra gli abitanti

Napoli, crollo alla chiesa di Sant'Agostino alla Zecca

Crollo alla chiesa di Sant'Agostino alla Zecca di Napoli, in pieno centro città: un blocco di piperno, antica pietra lavica vesuviana, si è staccato dal cornicione del terzo ordine superiore della facciata ed è caduto. Al momento per strada non passava nessuno e non ci sono stati feriti. Tra i cittadini c'è preoccupazione e allarme.La costruzione della chiesa, chiusa al culto dopo il terremoto del 1980, risale al 1259, durante il regno di Carlo d'Angiò, ma l'edificio fu riedificato dopo il terremoto del 1697. Per il restauro della chiesa, definita uno dei monumenti più notevoli di Napoli, si impegnò anche l'ex ministro dei Beni culturali Sandro Bondi, ma fino ad oggi nulla è stato fatto.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech