giovedì 23 febbraio | 06:53
pubblicato il 08/nov/2011 18:40

Napoli, commercianti contro la Ztl: consegnano chiavi al sindaco

Quattro associazioni denunciano calo delle vendite del 70%

Napoli, commercianti contro la Ztl: consegnano chiavi al sindaco

Le chiavi dei negozi consegnate in mano al sindaco Luigi De Magistris: così oltre cento commercianti napoletani dismettono in modo simbolico la loro attività, per protesta contro la Ztl voluta dal Comune nel centro storico, cioè in via Duomo, via Tribunali, via San Gregorio Armeno, via San Biagio dei Librai e zone limitrofe. Raffaele Bruno, presidente dell'associazione Vento del Sud, spiega le ragioni della protesta.A portare avanti la battaglia sono quattro associazioni: oltre a Vento del Sud ci sono Napoli Centro Storico, Rinnovare Sud e Le voci, che si lamentano perchè le loro istanze sono finora rimaste inascoltate. Si sono piazzate davanti a Palazzo San Giacomo per chiedere parcheggi, mezzi pubblici, l'apertura delle due stazioni della metropolitana di via Duomo e piazza Garibaldi e soprattutto perchè De Magistris parli con il territorio.

Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech