lunedì 16 gennaio | 16:49
pubblicato il 14/nov/2011 19:57

Napoli come New York, i cittadini propongono i taxi "low cost"

Tariffe fisse da 6, 8 e 10 euro in centro ma i tassisti insorgono

Napoli come New York, i cittadini propongono i taxi "low cost"

Napoli come New York, almeno per quanto riguarda l'uso dei taxi. Sull'esempio della metropoli americana, infatti, un gruppo di cittadini ha rilanciato l'idea delle tariffe fisse - tra i 6 e i 10 euro - per l'uso dei taxi nel centro della della città, in particolare nella nuova Ztl, voluta dal sindaco Luigi De Magistris. Una proposta che, tuttavia, non piace del tutto ai tassiti. L'idea dei cittadini napoletani, rilanciata anche su facebook, prevede la divisione della città in 3 aree a tariffa fissa: la prima, da 6 euro, comprenderebbe Chiaia e il Centro storico, la seconda, da 8, il Vomero e Posillipo e la terza da 10 euro, il resto della città. L'obiettivo - in sintonia con gli intenti del sindaco del Magistris - è il potenziamento della rete di trasporti pubblici urbani al fine di limitare il più possibile l'uso delle auto private.

Gli articoli più letti
Comuni
Consenso dei sindaci: vince Appendino, Raggi precipita penultima
Corruzione
Latina, appalti truccati: 10 arresti tra cui sindaco di Sperlonga
Napoli
Napoli, scoppia un impianto a gas: un morto e 7 feriti, 5 gravi
Roma
Roma, manutenzioni bus Cotral truccate: un arresto e 50 indagati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow