domenica 04 dicembre | 11:55
pubblicato il 05/mar/2015 10:20

Napoli, Città della Scienza apre ai ragazzi due anni dopo il rogo

Una giornata di eventi nell'anniversario dell'incendio

Napoli, Città della Scienza apre ai ragazzi due anni dopo il rogo

Napoli (askanews) - In una bella giornata di sole, a due anni esatti dall'incendio che ha distrutto il Science Centre di Bagnoli, la Città della Scienza di Napoli ha aperto le porte a migliaia di ragazzi organizzando una giornata di eventi per ricordare ciò che è successo. In programma per un giorno attività, laboratori, concerti e una mostra fotografica di quattro artisti internazionali che hanno interpretato a loro modo la tragedia, per fermare con lo sguardo la memoria di quanto è accaduto e per immaginare il futuro, ha spiegato il curatore Giuliano Sergio.

"Gli artisti hanno voluto rivolgere il loro lavoro per ricordare questa violenza e per dire con queste opere che da qua si riparte con ancora più determinazione", ha sottolineato Sergio.

"Una giornata per ringraziare chi è stato vicino nella ricostruzione della struttura in questi due lunghi anni", ha spiegato invece Luigi Amodio, direttore di Città della Scienza, che ha ricordato la grande ondata di solidarietà nata già all'indomani dell'incendio. Ma dopo due anni ancora non sono stati individuati i responsabili.

"Adesso siamo davvero vicini alla ricostruzione e credo che sia importante avere la tranquillità di sapere chi sia stato a compiere questo atto perché non lo ripeta una seconda volta", ha concluso Amodio.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari