giovedì 19 gennaio | 15:51
pubblicato il 30/gen/2013 11:20

Napoli: bus pubblici fermi, e' finito il gasolio

Napoli: bus pubblici fermi, e' finito il gasolio

(ASCA) - Roma, 30 gen - Mattinata da incubo per gli utenti del trasporto pubblico di Napoli. A mettere in ginocchio la partecipata e' la mancanza di gasolio. Secondo quanto riporta il sito online de Il Mattino, i fornitori hanno deciso di chiudere i rubinetti. Il pagamento non e' arrivato e dunque non hanno consentito ai mezzi di fare rifornimento.

I primi disagi si sono avuti gia' nel tardo pomeriggio di ieri. Sulle paline improvvisamente e' comparsa la scritta 'disservizi' tanto da indurre gli utenti a pensare ad una nuova protesta, improvvisa come le altre. Sulla pagina di Facebook dell'Anm e' apparso: ''Per emergenza gasolio il servizio e' ridotto sull'intera rete e sospeso nelle zone Flegrea, Chiaia e Vomero'', e ''Tutti i commenti di sdegno e rabbia sono comprensibili perche' il nostro e' un lavoro importante per la citta' e lo sapppiamo La decisione di informare i clienti, consapevoli delle conseguenze, e' stata una scelta di rispetto per le persone che utlizzano i nostri bus, come e' una scelta di rispetto non dare informazioni positive se non ci sono o imprecise''.

Significativo dello stato di disagio in cui versa l'azienda e anche il comunciato diffuso sul sito della municipalizzata: ''Dei 600 autobus che circolavano fino a pochi anni fa (2009) oggi ne circolano meno di 350 perche' tra tagli governativi e regionali, i contributi che ANM riceve per pagare stipendi, contributi, fare manutenzione di mezzi ed impianti, pagare le assicurazione, comprare il gasolio etc. etc. etc. si sono ridotti del 40%. E' come se, a casa vostra, qualcuno tagliasse del 40% gli stipendi che entrano ogni mese. E' ovvio che non e' piu' possibile fare le cose che si facevano prima. Allo stesso modo noi siamo impossibilitati a fare cio' che facevamo prima, ovvero assicurare piu' mezzi, manutenerli etc. Non e' questione di volonta' o capacita' e' questione di possibilita'.

Capiamo le vostre proteste, le lamentele ed i reclami, ma il ruolo del nemico/controparte non ci appartiene proprio. Fare trasporto e' il nostro mestiere, vorremmo poterlo fare bene con soddisfazione di tutti''.

red/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, recuperata una vittima
Maltempo
Valanga su hotel, circa 30 dispersi: "Diversi i morti"
Maltempo
Valanga su hotel, vigili fuoco: distrutto, parti non esistono più
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, molti batteri presenti nel neonato vengono dalla madre
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Immunoterapia, un libro sulla quarta arma contro il cancro
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale