sabato 25 febbraio | 12:48
pubblicato il 18/mag/2011 16:46

Napoli, 8000 lavoratori scuola a rischio. Protesta al Duomo

Sono gli addetti alle pulizie trasferiti direttamente a istituti

Napoli, 8000 lavoratori scuola a rischio. Protesta al Duomo

Protesta davanti al Duomo di Napoli degli ex lavoratori socialmente utili della scuola. I sindacati di base denunciano una situazione che mette in grave difficoltà moltissime famiglie. I lavoratori si sono appellati al cardinale Crescenzio Sepe, considerato molto sensibile a ogni ingiustizia sociale, ma hanno fatto anche proposte concrete per uscire dalla crisi. Hanno ipotizzato di riportare il servizio di pulizia all'interno dei contratti della scuola facendo in modo che gli ex lavoratori socialmente utili vengano assunti direttamente dall'istituto. In questo modo ci sarebbe, secondo i loro calcoli, un risparmio di 74 milioni di euro l anno e una migliore funzionalità del servizio. Tra le altre proposte c'è anche quella di favorire il prepensionamento dei circa circa 6.000 lavoratori in appalto a cui mancano 3 anni alla pensione.

Gli articoli più letti
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Salute
A Giulio Maira il premio Raffaele Marinosci per la Medicina
Cucchi
Cucchi: sospesi da servizio tre carabinieri accusati di omicidio
Papa
Papa: rischiamo una grande guerra mondiale per l'acqua
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech