sabato 03 dicembre | 23:43
pubblicato il 28/ott/2013 14:04

Musy: Centinaia ai funerali. Mons.Nosiglia, assassino esca allo scoperto

Musy: Centinaia ai funerali. Mons.Nosiglia, assassino esca allo scoperto

(ASCA) - Torino, 28 ott - Torino si stringe attorno alla famiglia di Alberto Musy. La morte dell'ex consigliere Udc, vittima di un agguato sotto casa, continua a rimanere un mistero. Ed e' lo smarrimento, a 19 mesi da quei tragici spari che hanno interrotto per sempre una giornata qualunque dell'avvocato torinese, ed e' lo smarrimento il sentimento comune di chi ha voluto assistere a questa cerimonia. Un uomo ''mite'', si sussurra ovunque, ''l'uomo che avevo scelto per le mie figlie'', ha ricordato la moglie Angelica al processo.

Sei colpi di pistola sparati a bruciapelo da un uomo con il casco, che gli inquirenti indicano in Francesco Furchi', che ha sempre negato ogni responsabilita'.

Con questo stato d'animo unito alla commozione, al dolore composto della moglie, alle lacrime delle sue quattro figlie - la piu' grande ha tredici anni - alcune centinaia di persone hanno affollato questa mattina la chiesa della Consolata dove l'arcivescovo Nosiglia ha celebrato i funerali, e a cui ha voluto essere presente anche don Luigi Ciotti, il sacerdote antimafia. L'assassino esca allo scoperto, ha pregato Nosiglia: ''Il Signore - ha detto l'arcivescovo nella sua omelia - susciti in chi ha compiuto questo efferato delitto un sussulto di dignita' e di rimorso di coscienza che sfoci nell'assunzione delle proprie responsabilita'''.

Poco prima una celebrazione in Sala Rossa, dove da ieri era stata allestita la camera ardente, durante la quale il sindaco di Torino, Piero Fassino, ha sottolineato che ''Alberto Musy esprimeva il miglior pensiero liberale di questa citta'''. ''Per lui - ha detto il sindaco - non era importante considerarsi parte della maggioranza o dell'opposizione: quello che importava era lavorare per il bene della comunita'''.

A rendere omaggio a Musy anche il presidente dell'Udc Pier Ferdinando Casini, assieme al segretario Lorenzo Cesa. ''Una tragedia immensa - ha detto Casini - che mette alla prova le nostre certezze''. Molte le personalita', gli amici, i cittadini accorsi in chiesa che hanno maifestato affetto e vicinanza alla famiglia. Il vicepresidente del Csm Michele Vietti, il prefetto di Torino Paola Basilone, rappresentanti delle istituzioni piemontesi tra cui il presidente della Regione Roberto Cota, il presidente della provincia di Torino Antonio Saitta, il sindaco di Torino Piero Fassino, la presidente dell'Unione Industriale Licia Mattioli, il direttore della Stampa Mario Calabresi, molti dirigenti di partito, tra cui il segretario regionale del Pd Gianfranco Morgando.

''Preghiamo anche per la nostra citta' ferita - ha detto Nosiglia - affinche' la perdita di Alberto susciti, in ogni suo cittadino e in chi ha piu' responsabilita' della cosa pubblica, un forte impegno di ripresa morale'' per uscire ''dalle secche dell'individualismo e dalla ricerca affannata del proprio tornaconto personale''.

I familiari di Musy hanno annunciato la costituzione di un fondo per i bisognosi. Poi musica gospel e un applauso hanno saluto l'uscita del feretro dalla Consolata. Musy sara' sepolto a Castigliole, nell'Astigiano.

eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari