giovedì 08 dicembre | 07:35
pubblicato il 29/mar/2012 05:10

Mussolini/libero al Gran Sasso con patto tacito Badoglio-tedeschi

Nuove rivelazioni dell'agente addetto a vigilanza Duce

Mussolini/libero al Gran Sasso con patto tacito Badoglio-tedeschi

Roma, 29 mar. (askanews) - La liberazione di Mussolini dallo stato di detenzione al Gran Sasso fu con ogni probabilità frutto di un accordo di un accordo tacito tra il Governo Badoglio e le forze tedesche. A fornire nuovi elementi, che contrastano decisamente con la versione dell'impresa audace a Campo Imperatore da parte dei militari nazisti, è lo scrittore Vincenzo Di Michele con un'intervista a Nelio Pannuti, uno degli addetti alla sorveglianza del Duce sulla montagna abruzzese in quel settembre 1943 che mette in luce dettagli finora sconosciuti della vicenda, già affrontata dallo stesso Di Michele nella sua ultima opera "Mussolini finto prigioniero al Gran Sasso" e approfondisce il tema della mancata reazione da parte delle forze di sorveglianza italiane. Ricorda Pannuti: "Su quell'incursione dei tedeschi, qualcosa non quadrava in riferimento ad un'azione militare vera e propria. Sì è vero che gli alianti tedeschi atterrarono sul pianoro di Campo Imperatore, ma di fatto da parte nostra non ci fu alcuna resistenza non avendo avuto nessun ordine circa una nostra possibile reazione, né esisteva alcun piano di difesa" Si trattava insomma, ribadisce l'ex militare, di qualcosa che "sembrava un'azione concordata". Un particolare resta ancora impresso nella mente di Pannuti: "Un volta liberato il Duce e prima della sua partenza per la Germania ebbe luogo un incontro tra noi e i tedeschi nella sala dell'albergo, tutti con le armi in spalla, pacificamente. Fu proprio allora che davanti ai miei occhi il Generale Soleti si avvicinò al Tenente Skorzeny e gli intimò di restituirgli la sua pistola. Tale intimazione fu ripetuta una seconda volta ad alta voce. Sta di fatto che Skorzeny dopo una titubanza iniziale infilò una mano nella giacca da cui estrasse una piccola pistola consegnandola al generale Soleti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni