lunedì 27 febbraio | 15:49
pubblicato il 29/lug/2013 13:33

Mps: verso chiusura indagine Antonveneta, 20 mila pagine documenti

(ASCA) - Siena, 29 lug - Si avviano a chiusura le inchieste della Procura di Siena sull'acquisizione di Antonveneta da parte di Mps e sul suicidio di David Rossi. Tra domani e mercoledi' le due indagini dovrebbero essere chiuse.

In particolare, per quanto riguarda Antonveneta (acquisita da Mps dal Banco Santander tra 2007 e 2008) la Procura si appresta a chiudere un'inchiesta che vede oltre un armadio di documenti: circa 40 faldoni per quasi 20 mila pagine, esclusi i supporti informatici. L'avviso di chiusura indagine, secondo quanto si apprende da fonti giudiziarie, sara' notificato, presumibilmente mercoledi', a una decina di soggetti, tra persone fisiche e persone giuridiche. L'inchiesta condotta dai Pm Aldo Natalini, Antonino Nastasi e Giuseppe Grosso sull'acquisizione di Antonveneta era iniziata nell'ottobre 2011 ma era venuta alla luce il 9 maggio del 2012, con una maxi perquisizione che aveva riguardato anche le sedi di Banca e Fondazione Mps e 11 istituti di credito italiani ed esteri.

Nell'inchiesta (incentrata sull'acquisizione da 9, 3 mld e sulle fonti di finanziamento messe in piedi per il pagamento) risultavano indagati, l'ex presidente della banca Giuseppe Mussari, l'ex direttore finanziario Daniele Pirondini, l'ex Dg Antonio Vigni e l'allora responsabile dell'area legale Raffaele Giovanni Rizzi, in concorso per falso in prospetto (art. 173 bis del Testo unico della finanza) in relazione agli aumenti di capitale del 2008 e del 2011 (in questo secondo caso non Pirondini). Gli stessi Mussari, Vigni e Pirondini apparivano indagati per manipolazione del mercato in concorso (art. 185 Tuf). Vigni e Morelli, allora Cfo del Monte, risultavano anche indagati in concorso per ostacolo all'esercizio delle funzioni delle autorita' pubbliche di vigilanza. Banca Mps risultava indagata in base alla legge 231 sulla responsabilita' amministrativa delle imprese. Al momento della perquisizione del 9 maggio, avvisi di garanzia erano arrivati anche ai membri del collegio sindacale Tommaso Di Tanno (presidente), Leonardo Pizzichi e Pietro Fabretti per concorso in ostacolo all'autorita' di vigilanza. Verso la chiusura anche l'inchiesta sul suicidio di Rossi, il manager capo dell'area comunicazione della banca che si e' tolto la vita il 6 marzo scorso lanciandosi dalla finestra del suo ufficio a Rocca Salimbeni. In questo caso il fascicolo dovrebbe essere archiviato.

afe/lus/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech