sabato 25 febbraio | 15:35
pubblicato il 29/apr/2013 14:45

Mps: Pm Siena preparano ricorso contro no Gip a sequestro Nomura (1 Upd)

(ASCA) - Siena, 29 apr - I Pm di Siena che indagano su Mps stanno preparando il ricorso contro il provvedimento del Gip Ugo Bellini che venerdi' scorso non ha convalidato il decreto di sequestro emesso dai magistrati nei confronti di Banca Nomura (per 1,8 miliardi), Giuseppe Mussari (2,3 mln), Antonio Vigni (9,9 mln) e Gianluca Baldassarri (2,2 mln). Per presentare ricorso i Pm hanno tempo fino al prossimo 6 maggio. Il ricorso, si apprende da fonti giudiziarie, sara', con molta probabilita', presentato al Tribunale del Riesame e non direttamente in Cassazione. Il Gip, secondo quanto si apprende, avrebbe contestato sia l'urgenza con cui i Pm avevano preso il provvedimento sia le ipotesi di reato di usura e truffa avanzate dai magistrati.

Dopo la decisione del Gip, la Procura ha subito disposto il dissequestro dei beni. 'Sbloccati', da venerdi' scorso, anche i contratti sottoscritti da Mps e Nomura su Alexandria e dunque sono tornati attivi anche gli obblighi previsti dagli stessi per i contraenti.

afe/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Salute
A Giulio Maira il premio Raffaele Marinosci per la Medicina
Cucchi
Cucchi: sospesi da servizio tre carabinieri accusati di omicidio
Papa
Papa: rischiamo una grande guerra mondiale per l'acqua
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech