martedì 24 gennaio | 13:05
pubblicato il 29/gen/2014 15:35

Mps: Mussari, non avevo interesse a nascondere Alexandria

Mps: Mussari, non avevo interesse a nascondere Alexandria

(ASCA) - Siena, 29 gen 2014 - ''Non avevo nessun interesse a nascondere Alexandria, non ho mai avuto interesse a nascondere questo ne' nient'altro''. Lo ha detto l'ex presidente di banca Mps, Giuseppe Mussari, rispondendo in aula a una domanda del suo difensore Fabio Pisillo.

''Il primo che mi parlo' di Alexandria - ha ricordato - fu Vigni, nei termini in cui ne ha parlato oggi al tribunale. Il titolo era stato acquistato nel 2005 prima che io divenissi presidente. Aveva come base titoli di aziende finanziarie americane. Se parliamo di queste cose oggi senza considerare quello che accadde tra il 2008 e il 2009 facciamo solo un ragionamento astratto. Era in atto un fenomeno di psicosi collettiva, per cui tutto quello che proveniva dagli Usa sembrava tossico'', ha detto ancora Mussari, spiegando che la banca inizio' a valutare il ''rischio che l'aggravarsi crisi americana poteva comportare. Il titolo Alexandria reggeva - ha raccontato Mussari - ma in prospettiva, ci chiedevamo, se la dinamica continua in questo modo quanto rischiamo a tenerlo? Se ti scoppiava in mano una cosa del genere tutti avrebbero cominciato a ritenere che tu non eri immune dalla peste. Tutto questo oggi sembra abbastanza incredibile: se non si contestualizza sembra un racconto di fantascienza ma nel 2010 siamo andati a letto una sera di venerdi' senza sapere se il lunedi' le borse sarebbero state aperte''.  ibadendo quanto gia' detto in aula stamattina dall'ex direttore generale, Antonio Vigni, Mussari ha detto che ''Alexandria non aveva un problema di perdita da scontare nel bilancio 2009, e questo non solo grazie alla modifica dello IAS 39: questa modifica - ha detto - segna la drammaticita' del periodo, le autorita' sovranazionali furono costrette a riscrivere le regole contabilizzazione per non far collassare il mercato. Cosi' consentirono a tutte le banche di classificare questi prodotti nei crediti: Alexandria aveva questa classficazione e non presentava nel breve rischi di impairment''.

A proposito dei rapporti con l'ex direttore generale, Mussari ha detto che ''con Vigni ho collaborato benissimo, era un uomo leale ed estremamente legato alla banca. Voglio precisare che fino a oggi non parlavo con Vigni dall'aprile 2012''.

afe/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: strategia Ue premessa solido sviluppo attività
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4