martedì 24 gennaio | 10:56
pubblicato il 09/feb/2013 12:00

Mps/ Al vaglio degli inquirenti rapporti tra Mussari e Verdini

Ieri i pm di Siena a Firenze per intreccio banca e politica

Mps/ Al vaglio degli inquirenti rapporti tra Mussari e Verdini

Firenze , 9 feb. (askanews) - Vi sarebbe anche la valutazione dei rapporti tra l'ex presidente della Banca Mps, Giuseppe Mussari, e l'ex presidente del Credito cooperativo fiorentino, Denis Verdini, a motivare la decisione dei magistrati senesi di venire ieri, in Procura, a Firenze, per ascoltare, assieme ai colleghi fiorentini, alcuni esponenti politici locali, in qualche modo legati al Pdl o a Mps. Da quanto si apprende, le domande al senatore Paolo Amato e al presidente del consiglio regionale della Toscana, Alberto Monaci, sono state poste dai pm fiorentini che hanno lavorato all'inchiesta sulla Credito cooperativo, mentre i colleghi senesi si sono limitati a sentire le testimonianze. I pm fiorentini però non avrebbero rivolto domande direttamente relative al caso dell'istituto già presieduto da Verdini, quanto piuttosto sui rapporti tra quest'ultimo e Mussari, e tra Pdl, Antonveneta e Mps. Nelle indagini fiorentine, sarebbe emerso un contatto diretto con Mussari per tentare di aiutare la Baldassini Tognozzi Pontello, al cui vertice c'era Riccardo Fusi. In un'intercettazione telefonica del 15 gennaio 2010, Verdini avrebbe chiesto, oltre alle risorse già impegnati da Mps per la Btp, e che sarebbero state 'imposte' da Andrea Pisaneschi, che guidava Antonveneta, un ulteriore sforzo di 10 milioni: praticamente, la parte di soldi che nel pool di banche avrebbe dovuto dare proprio l'istituto fiorentino: "è un favore quello che ti chiedo, ti prego dammi una mano", diceva Verdini. E Mussari: "ci proviamo, non è l'esercizio più semplice del mondo, proviamo". Quel prestito non fu poi erogato anche perché Fusi fu travolto dalle inchieste successiva al G8. Non è escluso che nei prossimi giorni i pm senesi, impegnati nell'inchiesta sull'acquisto di Antonveneta da parte di Mps, vogliano sentire lo stesso Verdini.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Bagnasco
Bagnasco: povertà si allarga. Subito reddito di inclusione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4