martedì 17 gennaio | 22:20
pubblicato il 10/set/2011 14:44

Motta San Giovanni a casa di Azzarà per sostenere famiglia

Obiettivo tenere alta l'attenzione sul rapimento in Darfur

Motta San Giovanni a casa di Azzarà per sostenere famiglia

Motta San Giovanni sostiene la famiglia di Francesco Azzarà, il volontario di Emergency rapito il 14 agosto scorso in Darfur: davanti alla casa del cooperante, nel Comune del Reggino, ci sono cittadini e rappresentanti delle istituzioni, nel giorno in cui un blitz delle forze di sicurezza sudanesi in Darfur è finito nel sangue: un'azione per tentare di liberare tre soldati rapiti, nella quale Azzarà non c'entra. A Motta San Giovanni c'era anche il deputato Franco Laratta.Circa 30 parlamentari hanno sottoscritto un'interrogazione al governo a favore della liberazione di Francesco. La famiglia ha dimostrato di aver apprezzato molto questo interessamento.

Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Criminalità
Assalti ai bancomat in Veneto e Lombardia: 15 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa