sabato 25 febbraio | 08:47
pubblicato il 10/set/2011 14:44

Motta San Giovanni a casa di Azzarà per sostenere famiglia

Obiettivo tenere alta l'attenzione sul rapimento in Darfur

Motta San Giovanni a casa di Azzarà per sostenere famiglia

Motta San Giovanni sostiene la famiglia di Francesco Azzarà, il volontario di Emergency rapito il 14 agosto scorso in Darfur: davanti alla casa del cooperante, nel Comune del Reggino, ci sono cittadini e rappresentanti delle istituzioni, nel giorno in cui un blitz delle forze di sicurezza sudanesi in Darfur è finito nel sangue: un'azione per tentare di liberare tre soldati rapiti, nella quale Azzarà non c'entra. A Motta San Giovanni c'era anche il deputato Franco Laratta.Circa 30 parlamentari hanno sottoscritto un'interrogazione al governo a favore della liberazione di Francesco. La famiglia ha dimostrato di aver apprezzato molto questo interessamento.

Gli articoli più letti
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Salute
A Giulio Maira il premio Raffaele Marinosci per la Medicina
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech