sabato 25 febbraio | 17:14
pubblicato il 02/ago/2013 11:24

Moto X, il primo smartphone Motorola dell'era Google

Avanzato sistema di comandi vocali e personalizzazione estrema

Moto X, il primo smartphone Motorola dell'era Google

Milano (askanews) - E' nato il primo smartphone Motorola dell'era Google. Moto X è il prodotto con cui la società produttrice di cellulari debutta dopo essere stata acquistata da Mountain View nel 2011.Le caratteristiche tecniche non rivelano sorprese rispetto a quanto si sapeva: schermo da 4,7 pollici e sistema Android 4.2.2. Uno dei suoi punti di forza è la possibilità di personalizzazione, che spiega anche la X del nome. L'obiettivo di Google è far sì che ognuno possa creare il proprio telefono scegliendo fra 2.000 possibilità di personalizzazione dai materiali ai colori della cover. E poi c'è GoogleNow, la tecnologia che permette di far funzionare il telefono anche solo tramite i comandi vocali; lo smartphone resta sempre in ascolto senza necessità di cliccare alcun tasto.Moto X non sbarcherà oltreoceano ma sarà disponibile da fine agosto solo negli Stati Uniti, dove verrà anche interamente prodotto. Cosa che i vertici di Mountain View hanno tenuto a sottolineare, quasi a voler dare una stoccata a Apple dopo i suoi problemi con le fabbriche Foxconn in Cina.

Gli articoli più letti
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech