domenica 11 dicembre | 02:13
pubblicato il 25/giu/2014 09:48

Morto Ciro Esposito, famiglia del tifoso del Napoli: no violenza

Fu ferito il 3 maggio scorso a Roma prima della Coppa Italia

Morto Ciro Esposito, famiglia del tifoso del Napoli: no violenza

Roma (askanews) - Nessuna violenza nel nome di Ciro. Nel momento del dolore la famiglia del tifoso del Napoli morto a 50 giorni dal suo ferimento nel pre partita della finale di Coppa Italia ha voluto lanciare per prima cosa un appello. "Invitiamo a mantenere la calma - ha detto lo zio Vincenzo Esposito - non vogliamo altra violenza, ma solo rispetto per Ciro".Il ragazzo rimase ferito da colpi di pistola il 3 maggio scorso durante degli scontri fuori dall'Olimpico a Roma prima di Napoli-Fiorentina. Ricoverato al Policlinico Gemelli ha subito diversi interventi che non sono bastati per salvargli la vita. Troppo gravi le ferite procurate dai proiettili sparati secondo le accuse dall'ultrà della Roma Daniele De Santis, ricoverato in ospedale per fratture multiple dopo la rissa di quel giorno. Solo l'inchiesta in corso chiarirà del tutto dinamica e responsabilità dell'episodio di violenza.

Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina