domenica 19 febbraio | 18:08
pubblicato il 12/dic/2013 12:00

Morto a Roma l'ex produttore cinema e tv Angelo Rizzoli

Gravemente malato, arrestato a febbraio per un crac da 30mln

Morto a Roma l'ex produttore cinema e tv Angelo Rizzoli

Roma, 12 dic. (askanews) - E' morto ieri sera a Roma l'ex produttore televisivo e cinematografico Angelo Rizzoli. Era ricoverato al Policlinico Gemelli in una unità coronarica da circa una settimana. Era gravemente malato da tempo. Aveva 70 anni. Coinvolto in numerosi casi giudiziari, Rizzoli era stato arrestato lo scorso 14 febbraio con l'accusa di bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale per un crac da 30 milioni di euro, causato con il fallimento doloso di quattro società controllate (Produzioni Internazionale s.r.l., Ottobre Film s.r.l., Delta Produzioni s.r.l. e Nuove Produzioni s.r.l.). Viste le sue condizioni di salute molto precarie, a fine marzo il il gip del Tribunale di Roma aveva concesso a Rizzoli gli arresti domiciliari. Da allora Rizzoli era stato ricoverato in ospedale diverse volte, prima all'ospedale di Tor Vergata poi al Policlinico Gemelli.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Raggi: vogliamo stadio della Roma ma nel rispetto della legge
Immigrati
Guardia costiera: oggi 358 migranti salvati nel Mediterrano
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Cinema
Napoli ricorda Totò a 50 anni da morte con show e set ricreati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia