domenica 22 gennaio | 09:00
pubblicato il 01/feb/2011 05:10

Morte della 25enne Elisa a Perugia, ipotesi decesso per il freddo

La giovane potrebbe essere caduta nel torrente

Morte della 25enne Elisa a Perugia, ipotesi decesso per il freddo

Roma, 1 feb. (askanews) - Elisa Benedetti, la 25enne scomparsa nella notte tra sabato e domenica a Perugia e trovata ieri mattina ad un chilometro dalla propria auto, vicino agli argini di un laghetto artificiale, potrebbe essere stata vittima del freddo dopo una caduta accidentale nel torrente. E' la tesi che sta prendendo forza dopo che gli inquirenti hanno trovato uno dei maglioni della ragazza, bagnato, su un ramo a poca distanza dal luogo del decesso. La ragazza si sarebbe inoltrata nella boscaglia in un profondo stato confusionale, forse determinato dall'alcol e dal piccolo incidente automobilistico di cui era rimasta vittima con una sua amica. Da alcune indiscrezioni sembra che sul corpo non ci siano segni di ferite o violenze. La ragazza, dopo la caduta nel torrente, avrebbe cercato di fare asciugare in qualche modo i suoi abiti che si erano bagnati. Un'ipotesi che, però, non spiega la lunga telefonata al 112 di Elisa, nella quale denunciava una presunta violenza sessuale subita. Sulla chiamata, però c'è un piccolo giallo, visto che non arrivano conferme ufficiali sul fatto che la telefonata sia mai stata effettivamente fatta. Il corpo è stato trovato completamento ricoperto dal fango, ma con tutti i vestiti addosso, fatta eccezione per un maglione. Il medico legale, dopo il primo esame, non ha voluto esprimersi sulle possibili cause della morte. La ragazza, di Città di Castello, sabato sera era in compagnia di un'amica in una discoteca in località Casa del Diavolo. Vicino al locale aveva avuto un piccolo incidente e, mentre l'amica era scesa dall'auto per parlare con il conducente dell'altra vettura, la 25enne si era allontanata senza dare spiegazioni. Così l'amica preoccupata, anche perché avevano bevuto qualche bicchiere di troppo, aveva chiamato i carabinieri. A Città di Castello Elisa Benedetti era stata seguita dai servizi sociali del Comune, e la recente scomparsa della madre, con la chiusura dell'attività commerciale del padre, potrebbero aver fatto cadere la ragazza in uno stato di depressione e confusione.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Maltempo
Rigopiano, proseguono ricerche: bilancio 9 in salvo, 4 vittime
Papa
Papa:no a Chiesa insapore in società dove anche verità è truccata
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4