domenica 11 dicembre | 10:03
pubblicato il 01/feb/2011 05:10

Morte della 25enne Elisa a Perugia, ipotesi decesso per il freddo

La giovane potrebbe essere caduta nel torrente

Morte della 25enne Elisa a Perugia, ipotesi decesso per il freddo

Roma, 1 feb. (askanews) - Elisa Benedetti, la 25enne scomparsa nella notte tra sabato e domenica a Perugia e trovata ieri mattina ad un chilometro dalla propria auto, vicino agli argini di un laghetto artificiale, potrebbe essere stata vittima del freddo dopo una caduta accidentale nel torrente. E' la tesi che sta prendendo forza dopo che gli inquirenti hanno trovato uno dei maglioni della ragazza, bagnato, su un ramo a poca distanza dal luogo del decesso. La ragazza si sarebbe inoltrata nella boscaglia in un profondo stato confusionale, forse determinato dall'alcol e dal piccolo incidente automobilistico di cui era rimasta vittima con una sua amica. Da alcune indiscrezioni sembra che sul corpo non ci siano segni di ferite o violenze. La ragazza, dopo la caduta nel torrente, avrebbe cercato di fare asciugare in qualche modo i suoi abiti che si erano bagnati. Un'ipotesi che, però, non spiega la lunga telefonata al 112 di Elisa, nella quale denunciava una presunta violenza sessuale subita. Sulla chiamata, però c'è un piccolo giallo, visto che non arrivano conferme ufficiali sul fatto che la telefonata sia mai stata effettivamente fatta. Il corpo è stato trovato completamento ricoperto dal fango, ma con tutti i vestiti addosso, fatta eccezione per un maglione. Il medico legale, dopo il primo esame, non ha voluto esprimersi sulle possibili cause della morte. La ragazza, di Città di Castello, sabato sera era in compagnia di un'amica in una discoteca in località Casa del Diavolo. Vicino al locale aveva avuto un piccolo incidente e, mentre l'amica era scesa dall'auto per parlare con il conducente dell'altra vettura, la 25enne si era allontanata senza dare spiegazioni. Così l'amica preoccupata, anche perché avevano bevuto qualche bicchiere di troppo, aveva chiamato i carabinieri. A Città di Castello Elisa Benedetti era stata seguita dai servizi sociali del Comune, e la recente scomparsa della madre, con la chiusura dell'attività commerciale del padre, potrebbero aver fatto cadere la ragazza in uno stato di depressione e confusione.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina