domenica 04 dicembre | 18:11
pubblicato il 15/apr/2012 17:31

Morosini/Primario cardiologo Pescara:possibile problema cerebrale

"Tutti hanno partecipato professionalmente"

Morosini/Primario cardiologo Pescara:possibile problema cerebrale

Roma, 15 apr. (askanews) - "Non escludo problema cerebrale" è l'opinione di Lorenzo Paloscia, il responsabile dell'Unità Coronarica dell'Ospedale di Pescara, in riferimento alla morte del calciatore Piermario Morosini. Il primario, in un'intervista al Tgcom24 ha spiegato: "Dopo aver visto com'è caduto ho capito subito che la situazione era grave. stato subito sottoposto a massaggio cardiaco e ventilazione, che sono le cose principali da fare. Sono sceso subito sperando di poter dare un contributo. S'è visto subito che c'era qualcosa che non andava, non so se questo può far pensare a qualcosa di diverso dal cuore, magari a qualcosa di cerebrale". "L'autopsia - spiega il medico - chiarirà ogni dubbio. Io ho messo tra le ipotesi anche quella cerebrale come plausibile". "La prima volta che ho visto il ragazzo era già deceduto", racconta il primario, sottolineando: "Tutti hanno partecipato professionalmente. Penso che siamo andati oltre quella che è una rianimazione tradizionale, perché di solito dopo 40 minuti ci si ferma, qui siamo andati oltre un'ora e mezza. Credo che di macroscopico il ragazzo non avesse nulla, forse qualche piccolissima malformazione strana alla quale, però, puoi pensare solo dopo un sintomo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari