martedì 17 gennaio | 12:55
pubblicato il 02/lug/2012 21:51

Morosini/ Depositata la perizia: morì per un male congenito

Individuata dal medico legale una "cardiomiopatia aritmogena"

Morosini/ Depositata la perizia: morì per un male congenito

Firenze, 2 lug. (askanews) - E' stato un male congenito, una cardiomiopatia aritmogena, a provocare la morte di Piermario Morosini, il 25enne giocatore del Livorno, che crollò sul campo del Pescara lo scorso 14 aprile, in una partita di serie B. La perizia è stata depositata oggi e conferma sostanzialmente il primo giudizio del medico legale, Cristian D'Ovidio che, da un'analisi iniziale, escludeva patologie esogene. Il dossier depositato oggi in Procura a Pescara è di 250 pagine. Nella giornata odierna tanto lo staff di D'Ovidio quanto il Livorno calcio si sono chiusi nel massimo riserbo, per rispetto delle indagini in corso.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Criminalità
Assalti ai bancomat in Veneto e Lombardia: 15 arresti
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Auto, nel 2016 vendite in Europa +6,5% oltre i 15 milioni
Enogastronomia
In Cina il liquore invecchia nelle canne di bambù
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Spazio, è morto Eugene Cernan: ultimo uomo a camminare sulla Luna
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Tempesta di neve in Tunisia: migliaia di auto intrappolate