giovedì 23 febbraio | 02:46
pubblicato il 17/gen/2014 17:28

Montagna: Forestale, in 'forte' aumento il rischio valanghe

Montagna: Forestale, in 'forte' aumento il rischio valanghe

(ASCA) - Roma, 17 gen 2014 - Sono aumentate da questa mattina le perturbazioni a carattere nevoso, su tutto il settore alpino, con apporti di neve che possono arrivare fino ai 120 cm, e che vanno a sommarsi alla neve gia' stratificata accrescendo notevolmente i distacchi dei depositi nevosi.

In particolare, sulle Dolomiti nord occidentali e Dolomiti nord orientali il pericolo valanghe e' 'forte' (grado 4), ove il distacco e' probabile gia' con un debole sovraccarico su molti pendii ripidi, rappresentato anche solo da un singolo sciatore.

Sulle Alpi Breonie, Alpi Aurine e Pusteresi il pericolo valanghe e' 'marcato' (grado 3) , con un distacco possibile soprattutto oltre i 1300 m e in tutte le esposizioni. Il pericolo valanghe, localmente, e' in aumento in funzione degli apporti di neve fresca previsti e dell' attivita' eolica associata.

Anche nei settori alpini di Lombardia e Piemonte sud occidentale le precipitazioni abbondanti stanno accrescendo il pericolo valanghe La tendenza in ogni caso e' in aumento sono quindi assolutamente da evitare le attivita' al di fuori delle piste battute e segnalate e, nei sottosettori settentrionali, lo svolgimento di attivita' escursionistiche richiede sempre una attenta valutazione locale del pericolo nel singolo pendio ed una scelta oculata degli itinerari.

Punti di maggior pericolo risultano essere le classiche zone di accumulo eolico, quali creste, conche e canali.

Nelle Alpi della Lombardia e' ritenuta invece ''Stazionaria'' la tendenza del pericolo seppur, persistendo le forti nevicate e l'attivita' eolica, il livello d'attenzione e' 'forte' (grado 4). Sui settori delle Alpi marittime del Piemonte il grado rilevato e' 'forte' (grado 4) con tendenza stazionaria, mentre in quelle Pennine, Graie e Lepontine vi e''marcato' (grado 3) ma con tendenza all'aumento.

Restano valide le precauzioni consigliate dal Corpo forestale di evitare fuori pista e comportamenti che in generale potrebbero causare una maggiore probabilita' di distacco delle masse nevose. E di consultare il sito www.meteomont.org per assicurarsi delle condizioni meteo in montagna ed evitare inutili rischi.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech