martedì 24 gennaio | 07:56
pubblicato il 02/ott/2013 20:38

Montagna: Forestale, impegno internazionale su rischio valanghe

(ASCA) - Roma, 2 ott - Dal 2 al 4 ottobre 2013 il Servizio Meteomont del Corpo forestale dello Stato partecipa in rappresentanza dell'Italia alla 17a edizione dell'incontro sul Sistema d'allarme valanghe in Europa, che si tiene a Barcellona (Spagna) presso l'Istituto Geologico di Catalogna.

L'incontro di rilevanza mondiale, che vede la partecipazione di due membri non europei come gli Stati Uniti e il Canada, ha l'obiettivo di confrontarsi sui progressi tecnico-scientifici nel campo della prevenzione e previsione delle valanghe.

Il contributo che l'Italia portera' al Meeting internazionale sara' - sottolinea la Forestale - quello di dimostrare e divulgare le conoscenze e le capacita' acquisite dal servizio Meteomont, che ogni giorno e con ogni condizione meteorologica e' presente sulle nostre montagne per valutare ed analizzare il manto nevoso, stabilire i limiti della sua stabilita', vigilare sulle zone a rischio, incrociare e studiare i dati per informare 3.000.000 di potenziali fruitori tramite le 12 edizioni giornaliere del Bollettino Nazionale della Neve e delle Valanghe, tradotto in sei lingue a beneficio dell'internazionalizzazione dei fruitori della montagna. Secondo l'ISTAT, infatti, nei primi mesi del 2013 e' stata registrata una maggiore presenza di turisti stranieri sulle montagne italiane.

Il servizio Meteomont del Corpo forestale dello Stato e' un servizio garantito con il contributo del Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare e il Comando delle Truppe Alpine. Nato nel 1978 per incrementare le condizioni di sicurezza della montagna innevata attraverso la previsione del pericolo valanghe, in 30 anni di attivita' ha esteso le sue competenze. Oggi copre tutto il territorio montano ed e' finalizzato al monitoraggio ed alla previsione dei pericoli e dei rischi in montagna. Grazie al Meteomont, gli abitanti della montagna, gli sciatori e i turisti possono conoscere nel dettaglio e per le singole localita', le condizioni del manto nevoso e decidere se esistano o meno le condizioni di sicurezza per un'escursione.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4