lunedì 20 febbraio | 09:35
pubblicato il 09/nov/2011 13:34

Montagna/ Dalla Francia conferma della morte dei due alpinisti

Non sono sopravvissuti alle bufere a 4000 metri, sul Monte Bianco

Montagna/ Dalla Francia conferma della morte dei due alpinisti

Courmayeur (AO), 9 nov. (askanews) - Dalla Francia è arrivata la conferma ufficiale: Olivier Sourzac, 47 anni, guida alpina francese di Chamonix e la sua cliente Charlotte Demetz, 44 anni, residente vicino a Parigi, sono morti. I due corpi saranno recuperati e trasferiti nella camera mortuaria del cimitero di Courmayeur. Nella cittadina ai piedi del Monte Bianco, da qualche giorno, c'è il fratello di Sourzac, Bruno, anche lui guida alpina che, con alcuni amici, nei giorni scorsi, aveva organizzato diverse spedizioni a piedi, senza però riuscire nell'intento. Olivier Sourzac, 47 anni, guida alpina francese di Chamonix e per sua cliente Charlotte Demetz, esperta escursionista di 44 anni, residente a Fontainebleau, vicino a Parigi, sono bloccati da giovedi scorso sulle Grandes Jorasses, le difficili montagne nella parte settentrionale italiana del massiccio del Monte Bianco, a 4.050 metri di quota, dove una bufera li ha costretti a ripararsi in una buca nella neve mentre stavano scendendo sulla cresta orientale Des Hirondelles per salire sulla parete Walker.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia