mercoledì 18 gennaio | 17:34
pubblicato il 27/gen/2014 09:43

Moda: Gattinoni sceglie 'La nuvola' di Fuksas per l'addio a Roma

Moda: Gattinoni sceglie 'La nuvola' di Fuksas per l'addio a Roma

(ASCA) - Roma, 27 gen 2014 - ''Questa sara' la nostra ultima sfilata a Roma''. Cosi', Stefano Dominella, presidente di Gattinoni ha annunciato l'intenzione della maison di lasciare ''per molti anni'' la capitale, a conclusione di quella che ha definito ''una delle sfilate piu' faticose in 35 anni di carriera''. All'interno della kermesse Alta Roma - Alta Moda che si chiude oggi, Gattinoni ha infatti scelto di presentare la sua collezione primavera-estate 2014 nella originale location del cantiere del nuovo Centro congressi ''La nuvola'', a firma di Massimiliano e Doriana Fuksas, in fase di realizzazione nel quartiere Eur. ''Non si tratta solo di una scelta estetica, ma e' l'idea di una citta' che si rinnova'', ha illustrato all'Asca Guillermo Mariotto, direttore creativo della maison Gattinoni. L'opera ''sara' il Centro congressi piu' grande d'Europa, il nuovo Colosseo e, allora, perche' non abbinarci l'alta moda, le maestranze italiane, il nostro saper fare il bello''.

Una scelta che ha pero' rischiato di far saltare l'intero defile' dopo un esposto presentato in questura sulla dubbia sicurezza del cantiere adibito a passerella. ''Ma anche stavolta ce l'abbiamo fatta'', ha commentato il presidente Dominella, puntando il dito contro il macchinoso sistema romano dell'alta moda. ''Roma deve stabilizzarsi prima di avere prove di tanta fatica. Cambiamo aria per un po' e faremo poi tornare a Roma la voglia di vedere Gattinoni'', ha decretato il numero uno della griffe. Tra gli applausi del pubblico la donna Gattinoni ha esibito grazia e leggerezza, pieni, vuoti e trasparenze. Oro e pizzi, raso, peau d'ange, lino purissimo, organze e chiffon, ''i materiali piu' leggeri che ci sono in circolazione per creare nuvole colorate e leggere'', ha spiegato lo stilista Mariotto.

Sfumature terse, nitide, purissime: il rosa carne, il cipria, il giallo pallido, il verde pistacchio. Gli abiti, ricamati a filo, sfoggiano ricercatezza, estenuante e raffinato lavoro manuale. ''Sono stati cuciti e ricuciti - ha illustrato ancora il direttore creativo di Gattinoni - dalle maestranze piu' delicate, le donne piu' abili. Non e' un lavoro per tutti, ma per noi italiani, specialisti in cose meravigliose''.

drc-stt/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sciame sismico dopo tre forti scosse di mattina in centro Italia
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Alla Luiss il primo corso di alimentazione sostenibile
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina