sabato 10 dicembre | 14:24
pubblicato il 28/gen/2014 13:44

Minori: Protocollo Polizia-Garante infanzia su formazione e buone prassi

Minori: Protocollo Polizia-Garante infanzia su formazione e buone prassi

(ASCA) - Roma, 28 gen 2014 - Diffondere le buone prassi, mettere a disposizione conoscenze, esperienze e analisi. Il tutto, nel rispetto delle norme ma con una sensibilita' particolare verso i minori, siano essi vittine od autori di reato. E' questo lo spirito che ha mosso la stesura del Protocollo d'intesa per la tutela e la protezione dei diritti degli adolescenti firmato dal Ministro dell'Interno Angelino Alfano, dal Capo della Polizia Alessandro Pansa e dall'Autorita' Garante per l'infanzia e l'adolescenza Vincenzo Spadafora. Presente il Vice capo della Polizia, prefetto Francesco Cirillo.

Il documento, presentato stamane nel corso di una conferenza stampa presso la sede della Scuola superiore di polizia a Roma, e' stato spiegato, ''rappresenta uno strumento importante per incidere, da subito, sulla realta' dei minorenni''. Il protocollo affronta, infatti, molte situazioni nelle quali le forze dell'ordine si incontrano con i bambini, gli adolescenti, i ragazzi: dal rapporto tra minori e web, agli episodi di bullismo, dai minorenni autori, vittime o testimoni di reati a quelli stranieri non accompagnati fino alle modalita' di esecuzione di provvedimenti civili e penali. Grazie a questo protocollo, si dicono certi gli estensori, si avra' anche una insistente diffusione del concetto di legalita' tra i giovani, cosi' come si lavorera' per sensibilizzare e formare chiunque tra le forze dell'ordine abbia a che fare con gli under 18. ''E' inoltre prevista la redazione di vari vademecum, preziosi strumenti per coloro che devono misurarsi, in diverse situazioni, con le persone di minore eta''', ha annunciato Spadafora. ''Il nuovo protocollo - ha ricordato - ha raccolto molti degli input arrivati da associazioni e da altre realta' che lavorano con i bambini e gli adolescenti''. Da parte sua, il ministro Alfano ha definito la stipula del Protocollo ''una grande stretta di mano tra generazioni.

Tutti i sondaggi - ha poi aggiunto Alfano - indicano le forze dell'ordine in testa per quanto riguarda la fiducia del cittadino. Ma questa fiducia va meritata e ricambiata come stiamo facendo. Per le giovani generazioni poi, la fiducia e' riposta nella speranza che in Italia le nuove generazioni facciano meglio di quelle di oggi''. ''Questo Protocollo che oggi sigliamo - ha invece affermato il prefetto Pansa - sugella un processo di crescita che viene da lontano e che aveva come eredita' un approccio spesso destrutturato dal punto di vista operativo, delle questioni che riguardano i minori''. Una realta' ''complessa'' ha ricordato il Capo della Polizia, che sara' affrontato nel futuro, anche grazie al Protocollo, ''con nuovi strumenti e mettendo insieme competenze specifiche'', gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina