giovedì 23 febbraio | 02:40
pubblicato il 02/lug/2013 12:26

Minori: Istat, istituti femminili solo in Toscana, Lazio e Campania

Minori: Istat, istituti femminili solo in Toscana, Lazio e Campania

(ASCA) - Roma, 2 lug - Gli istituti penali minorili che ospitano ragazze si trovano in Toscana (Pontremoli), Lazio (Roma) e Campania (Nisida): solo alcuni Ipm hanno, infatti, una sezione femminile. Questo quanto emerge dal rapporto Istat relativo alla condizione dei minori nelle strutture giudiziarie italiane nel 2011.

L'Istat precisa che la residenza e la cittadinanza del minore non implicano necessariamente una perfetta aderenza con il collocamento in comunita', la presenza negli Ipm o l'ingresso nei centri di prima accoglienza: per questo, si legge, e' importante analizzare le presenze anche adottando il punto di vista della regione in cui insiste la struttura.

A tale proposito si osserva che gli ingressi di minori siano piu' elevati nei centri di prima accoglienza di Lazio (21,3%), Sicilia (14,9%), Campania (13,4%) e Lombardia (13,2%), seguiti da Toscana e Piemonte per gli stranieri e dalla Puglia per gli italiani. Da notare che i centri di prima accoglienza del Centro e del Nord coprono la quasi totalita' degli ingressi degli stranieri (circa il 90%), ma solo poco piu' di un terzo di quelli degli italiani (40%). Riguardo alle Comunita' emerge invece che il maggior numero di minori e' ospitato in Sicilia, Lombardia, Campania e Emilia Romagna. Gli stranieri sono in prevalenza in comunita' lombarde (24,7%), emiliano-romagnole(16,8%) e laziali (8,2%), mentre i minori italiani sono piu' numerosi in quelle siciliane (23,7%), campane (18,1%) e lombarde (15,9%).

Infine, l'istituto di statistica rileva che, per quanto riguarda la totalita' dei minori negli Ipm, questi non si trovano in tutte le regioni: il 24,3% dei minori e' recluso in Sicilia, il 18,8% in Campania, il 10,7% in Lombardia, il 10,3% nel Lazio, il 7,9% in Toscana. Percentuali piu' basse di minori (intorno al 4-5%) sono ospitate in Puglia, Calabria, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte, ancora piu' residuali (circa il 2%) le presenze in Basilicata e Sardegna.

red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech