domenica 11 dicembre | 13:15
pubblicato il 16/gen/2013 11:35

Minori: Eurispes, Tv la piu' amata dai bambini. Segue il computer

Minori: Eurispes, Tv la piu' amata dai bambini. Segue il computer

(ASCA) - Roma, 16 gen - La Tv e' il media piu' usato dai bambini: il 41% ha il permesso di guardarla fino ad un'ora al giorno, il 34% da una a due ore al giorno e una relativa minoranza, il 12,6%, a trascorrere invece gran parte del pomeriggio, dalle 2 alle 4 ore in media, davanti allo schermo televisivo. Sommando quest'ultimo dato con quello dell'esposizione a piu' di 4 ore si arriva al 21,3% di bimbi che sono davanti alla Tv per un tempo decisamente prolungato.

E' quanto emerge dall'Indagine conoscitiva sulla condizione dell'Infanzia e dell'Adolescenza in Italia 2012 presentata oggi da Telefono Azzurro ed Eurispes.

Al secondo posto il computer: nel 44% dei casi fino ad un'ora al giorno, il 20,3% da una a due ore; l'11,8% (rispettivamente il 6,4% e il 5,4%) passa dalle due alle quattro ore e piu' di quattro ore al giorno davanti al pc. La navigazione Internet impegna il 35,4% dei bambini fino ad un'ora al giorno, dalle 2 alle 4 ore (6,6%) e oltre le 4 ore al giorno (5,1%), mentre quasi un terzo degli intervistati (il 29,8%) non utilizza mai la connessione.

La console per videogiochi (Playstation, PSP, Xbox, Wii) e' utilizzata quotidianamente dal 33,2% dei bambini per un massimo di un'ora al giorno, non ne dispone invece il 27,5% dei bambini, mentre il 19,3% ha il permesso di utilizzarla fino a due ore al giorno, seguito dall'8,5% e dal 6,8% che ne abusa (nel complesso il 15,3%), dedicando alla passione per i videogames rispettivamente dalle 2 alle 4 ore e oltre le 4 ore quotidiane. Nella classifica delle ore destinate giornalmente all'uso delle tecnologie, il cellulare occupa la sesta posizione: il 35,3% vi dedica fino ad un'ora al giorno, il 42% non lo utilizza affatto, il 5,2% lo utilizza per piu' di quattro ore al giorno e il 3,8% da due a quattro ore e il 5,2% per piu' di 4 ore.

Per i bambini la televisione non e' un mezzo superato e destinato a scomparire (66,1%) e i canali digitali offrono un'ampia gamma di programmi tra cui poter scegliere (il 37,3% ha risposto di condividere ''abbastanza'' quest'affermazione e il 40,7% ''molto''). Il 39,8% invece ritiene che la Tv non sia fatta per un pubblico di giovani.

Infine, il campione si divide tra quanti affermano che la Tv e' il mezzo che fa piu' compagnia (46,4%) e quanti invece sostengono che essa possa rappresentare un potenziale mezzo di isolamento (49,3%).

com-dab/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa: prega per Aleppo. Guerra cumulo soprusi e falsità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina