domenica 19 febbraio | 15:47
pubblicato il 16/gen/2013 11:35

Minori: Eurispes, Tv la piu' amata dai bambini. Segue il computer

Minori: Eurispes, Tv la piu' amata dai bambini. Segue il computer

(ASCA) - Roma, 16 gen - La Tv e' il media piu' usato dai bambini: il 41% ha il permesso di guardarla fino ad un'ora al giorno, il 34% da una a due ore al giorno e una relativa minoranza, il 12,6%, a trascorrere invece gran parte del pomeriggio, dalle 2 alle 4 ore in media, davanti allo schermo televisivo. Sommando quest'ultimo dato con quello dell'esposizione a piu' di 4 ore si arriva al 21,3% di bimbi che sono davanti alla Tv per un tempo decisamente prolungato.

E' quanto emerge dall'Indagine conoscitiva sulla condizione dell'Infanzia e dell'Adolescenza in Italia 2012 presentata oggi da Telefono Azzurro ed Eurispes.

Al secondo posto il computer: nel 44% dei casi fino ad un'ora al giorno, il 20,3% da una a due ore; l'11,8% (rispettivamente il 6,4% e il 5,4%) passa dalle due alle quattro ore e piu' di quattro ore al giorno davanti al pc. La navigazione Internet impegna il 35,4% dei bambini fino ad un'ora al giorno, dalle 2 alle 4 ore (6,6%) e oltre le 4 ore al giorno (5,1%), mentre quasi un terzo degli intervistati (il 29,8%) non utilizza mai la connessione.

La console per videogiochi (Playstation, PSP, Xbox, Wii) e' utilizzata quotidianamente dal 33,2% dei bambini per un massimo di un'ora al giorno, non ne dispone invece il 27,5% dei bambini, mentre il 19,3% ha il permesso di utilizzarla fino a due ore al giorno, seguito dall'8,5% e dal 6,8% che ne abusa (nel complesso il 15,3%), dedicando alla passione per i videogames rispettivamente dalle 2 alle 4 ore e oltre le 4 ore quotidiane. Nella classifica delle ore destinate giornalmente all'uso delle tecnologie, il cellulare occupa la sesta posizione: il 35,3% vi dedica fino ad un'ora al giorno, il 42% non lo utilizza affatto, il 5,2% lo utilizza per piu' di quattro ore al giorno e il 3,8% da due a quattro ore e il 5,2% per piu' di 4 ore.

Per i bambini la televisione non e' un mezzo superato e destinato a scomparire (66,1%) e i canali digitali offrono un'ampia gamma di programmi tra cui poter scegliere (il 37,3% ha risposto di condividere ''abbastanza'' quest'affermazione e il 40,7% ''molto''). Il 39,8% invece ritiene che la Tv non sia fatta per un pubblico di giovani.

Infine, il campione si divide tra quanti affermano che la Tv e' il mezzo che fa piu' compagnia (46,4%) e quanti invece sostengono che essa possa rappresentare un potenziale mezzo di isolamento (49,3%).

com-dab/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Raggi: vogliamo stadio della Roma ma nel rispetto della legge
Immigrati
Guardia costiera: oggi 358 migranti salvati nel Mediterrano
Cinema
Napoli ricorda Totò a 50 anni da morte con show e set ricreati
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia