venerdì 09 dicembre | 05:19
pubblicato il 04/mag/2011 12:39

Milano, truffa a Unione europea da 53 milioni su progetti ricerca

Documenti falsi e fondi destinati ad altri fini: 23 indagati

Milano, truffa a Unione europea da 53 milioni su progetti ricerca

Una truffa da oltre 53 milioni di euro ai danni dell'Unione europea sui fondi per innovazione e ricerca scientifica: è la scoperta fatta dal Nucleo tributario della Guardia di finanza di Milano, che ha notificato l'avviso di conclusione delle indagini a 23 persone per truffa aggravata nei confronti dell'Unione europea. Sette di loro sono stati denunciate anche per associazione a delinquere. Le indagini sono partite a fine 2008 da una segnalazione dell'Ufficio europeo per la Lotta antifrode e riguardano gruppi transnazionali di enti (pubblici e privati) e imprese: per ottenere i fondi indicavano proposte false e spese inesistenti o gonfiate con falsi documenti, oppure facevano risultare ricercatori persone inesistenti o inconsapevoli. I contributi comunitari venivano poi destinati a fini diversi dalla ricerca. Sotto inchiesta sono finiti 22 progetti.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni