venerdì 24 febbraio | 13:33
pubblicato il 16/mag/2013 12:00

Milano, padre e figlio uccisi in bar: ipotesi diverbi lavorativi

Sparatoria a casate. Carabinieri avrebbero fermato lo sparatore

Milano, padre e figlio uccisi in bar: ipotesi diverbi lavorativi

Roma, 16 mag. (askanews) - Una furibonda lite e poi gli spari. Duplice omicidio all'alba in un bar di Casate, frazione del comune di Bernate Ticino, in provincia di Milano: le vittime sono due uomini, padre e figlio, titolari del locale di via Milano dove è avvenuta la sparatoria. All'origine dell'episodio violento, su cui stanno indagando i carabinieri di Abbiategrasso, ci sarebbero diverbi lavorativi: lo sparatore sarebbe stato un ex dipendente licenziato. L'uomo è stato fermato, pare mentre stesse andando in caserma a costituirsi, ma su questo punto per ora i carabinieri di Abbiategrasso parlano di "verifiche ancora in corso".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech